[ Leonardo idea ] [ Angelo story ] [ Partners ] [ english ] [ italian ] [ francais ]
[ Start project in 2003 ] [ On-line project ] [ Contacts ]

Ci sono voluti cinquecento anni perche il sogno di Leonardo si realizzasse. Mezzo millennio e passato da quando il genio toscano ha immaginato l'inimmaginabile, progettando macchine volanti (gli ornitotteri) che avrebbero dovuto trasformare l'uomo in uccello. Alcune delle sue idee erano oggetti impossibili, come gli attrezzi ad ala battente incapaci di sfidare gli effetti della gravita.

Uno dei suoi progetti invece, ora lo sappiamo, aveva solo bisogno di tempo per vedere la luce. L'ala di Leonardo e oggi realta. Disegnato intorno al 1510 dopo lunghe osservazioni del volo animale, questo deltaplano rinascimentale e adesso in grado di sollevarsi da terra portando con se il suo primo pilota: un italiano che ha fatto del volo la sua vita.

Nei cinque secoli che ci separano da Leonardo, e nei cento anni dagli inizi dell'aviazione, molti altri "visionari" hanno inseguito il mito di Icaro. Uno solo pero si e avvicinato, con il suo talento e con la sua competenza tecnica, al volo istintivo degli uccelli veleggiatori. E Angelo D'Arrigo, il campione del mondo che ha abbandonato gare e cronometri per dedicarsi allo sviluppo del volo libero.

Come da Vinci, D'Arrigo ha studiato per anni il volo dei grandi rapaci, ai quali si e affiancato in incredibili migrazioni nei cieli del pianeta. Con Leonardo, Angelo condivide un approccio intuitivo e l'instancabile desiderio di spostare ogni giorno piu in la le frontiere dell'uomo. L'incontro tra questi due scienziati italiani nati in epoche cosi diverse e stato reso possibile dai progressi compiuti dalla tecnologia nell'ultimo secolo.

Se il Cinquecento conosceva solo la solidita di legno, cuoio e tela, il terzo millennio puo sfruttare la leggerezza di kevlar, carbonio, dacron, alluminio, ergal: le fibre usate per la costruzione dei velivoli odierni. Se a Leonardo erano precluse le sperimentazioni empiriche delle sue pesantissime ingegnerie, D'Arrigo con il sostegno di Fiat e Sector ha potuto testare le capacita volatorie di modelli in scala nella Galleria del Vento. Fino a realizzare una Piuma leggerissima - identica nella struttura a quella contenuta nel Codice Madrid I - che grazie ai nuovi materiali ha conservato la robustezza necessaria al volo, arrivando pero a pesare solo un quarto del prototipo cinquecentesco. Dimostrando cosi l'esattezza delle intuizioni aerodinamiche di Leonardo.

Il volo dell'ala di Leonardo e certamente uno dei grandi eventi scientifici di questi decenni. Nato da una sinergia di passione, coraggio, cultura e tecnologia, dimostra come la storia "complotti" per trasformare in realta le grandi idee dell'Uomo.

Leonardo, da qualche parte, sta certo guardando giu. E sorride.

[ www.idea4d.com ] [ www.angelodarrigo.com ] [ Top ]